I film degli Oscar 2023: nomination e vincitori
febbraio, marzo, RUBRICHE, Voce del SiTo

Film degli Oscar 2023: nominati e vincitori

I film degli Oscar 2023: nomination e vincitori

Una lista delle nomination per gli Oscar 2023 con i film da recuperare quest’anno

Gli Oscar nel 2023 si terranno il 12 marzo e ritornano, dopo tre anni, ad avere un presentatore! Ebbene si, quest’anno colui che tirerà le fila della cerimonia più glam dell’anno è Jimmy Kimmel (che aveva presentato anche le edizioni 2017 e 2018 tra le altre cose). La ricordate l’edizione 2018 e il clamoroso errore per La La Land? Come dimenticare.

Manco a dirlo, lo staff seguirà la cerimonia in diretta su Instagram con chi di voi vorrà seguire con noi! Vedrete, come ogni anno, caffè, morte di sonno in diretta, commenti sui boni, schifezze e pocket coffee e uno staff decisamente su di giri.

Si narrano leggende di reggiseni lanciati sui televisori in contemporanea alle apparizioni di Viggo Mortensen… (nell’archivio delle storie Instagram quei reggiseni lanciati ci sono ancora).

Caffè, pizza e commenti sui boni

è lo slogan di quest’anno

Ecco quindi che per gli Oscar 2023 attendiamo di arrivare alle 6 del mattino tutti assieme (con il giorno dopo lavorativo, of course) per capire a chi andrà il benedetto Oscar al Miglior Film.

Se siete già disperati e vi state chiedendo come sopravvivere alla nottata, non temete!

Noi abbiamo creato una pratica guida di sopravvivenza che aiuta a mettere le pezze e a non sentirsi proprio zombie (anzi, infetti tecnicamente) alla The Last of Us il mattino dopo (lo staff pure va a lavoro, vi capiamo).

Qui sotto invece potete andare all’evento degli Oscar della prossima edizione e metterla in calendario (non prendete impegni eh, vogliamo le vostre occhiaie assieme alle nostre):

dom12mar22:00La notte degli OscarEvento Diffuso, Torino

Nomination Oscar 2023 dunque: film nominati e dove trovarli

(se invece siete interessati ai recuperoni da Oscar anno per anno, qui trovate la timeline definitiva).

in grassetto i premi dei vincitori

l’articolo è in fase di aggiornamento

 

THE FABELMANS

Dove vederlo: in sala dal 22 dicembre 2022

Sicuramente il nuovo capolavoro di Spielberg (perché di capolavoro si tratta) è uno dei miei favoriti di quest’anno. Steven Spielberg dirige questo film semi-autobiografico e riesce a creare una pellicola che è un’enorme lettera d’amore al cinema, una canzone, una poesia, una magia che urla inquadratura dopo inquadratura quanto sia profonda la connessione che lui (e noi con lui) abbiamo verso questo potente mezzo che è il grande schermo. Seth Rogen e Paul Dano particolarmente bravi, assieme al protagonista Gabriel LaBelle e sua madre, interpretata dalla qui sorprendente Michelle Williams.

Lo spettatore segue la vita di Sammy e della sua famiglia e vediamo la passione nascere e crescere nel bambino che sarà l’adulto di domani, con una delicatezza infinita. C’è un discorso di pochi minuti sull’arte, sull’amore per l’arte, di qualsiasi tipo, e su quanto possa essere potente ma possa avere anche delle conseguenze nelle vite di tutti noi che mi ha spezzato il cuore. Qui si parla di potere del cinema all’ennesima potenza, con una tenerezza enorme, di come questo mezzo ci permetta di fatto di riscrivere la realtà e tutto ciò che non ci piace. Un film magico. Straconsigliato.

L’inquadratura finale (no spoiler, ma se lo vedrete, saprete) l’ho riprodotta nella mia testa per giorni.

Candidature: Miglior film, Miglior regia, Miglior attrice protagonista – Michelle Williams, Miglior attore non protagonista – Judd Hirsch, Migliore colonna sonora, Miglior sceneggiatura originale

 

GLI SPIRITI DELL’ISOLA – THE BANSHEES OF INISHERIN

Dove vederlo: in sala (dal 2 febbraio 2023)

Diretto da Martin McDonagh, con Colin Farrell e Brendan Gleeson, vede due delle interpretazioni più belle di quest’anno in scena (e i premi a parere di chi vi scrive lo rifletteranno). Il film ha raccattato premi su premi a Venezia, ai Bafta, ai Golden Globe. Lo sfondo quasi intangibile ma presente è la guerra civile – guerra che arriverà, anche se in maniere diverse, anche sull’isola immaginaria di Inisherin e che porterà conseguenze sulle vite dei nostri protagonisti.

Candidature: Miglior film, Miglior regia, Miglior attore protagonista – Colin Farrell, Miglior attrice non protagonista – Kerry Condon, Miglior attore non protagonista – Brendan Gleeson, Miglior attore non protagonista – Barry Keoghan, Miglior montaggio, Migliore colonna sonora, Miglior sceneggiatura originale

 

EVERYTHING EVERYWHERE ALL AT ONCE

Dove vederlo: dopo la sua uscita nell’ottobre 2022, torna in sala dal 2 febbraio 2023

Everything Everywhere All at Once (già il titolo è stupendo, scusate) è il film sul multiverso che aspettavamo da anni. Ho avuto il piacere di vederlo in sala e ne sono rimasta estasiata. Adoro i film che vanno fuori dagli schemi, quelli che non sono prevedibili, che ti lasciano sulla poltroncina stupita a chiederti cosa mai succederà fra pochi minuti. Questo è un film che riesce estremamente bene a stupire, che è una delle cose più belle che il cinema sa fare.

Michelle Yeoh è stata superlativa ed è interessante vedere una protagonista atipica, una donna cinese americana di mezza età che ha una lavanderia a gettoni (e non il classico eroe eletto per fare l’eroe) e che ha tanti problemi comuni come problemi in famiglia, problemi economici ecc… .

Ecco che però la quotidianità viene spezzata da un evento strano che la trasporta direttamente nel multiverso e a confrontarsi con varianti di altri mondi…ma non dirò altro, bisogna andare a vederlo!

Candidature: Miglior film, Miglior regia, Miglior attrice protagonista – Michelle Yeoh, Miglior attrice non protagonista – Jamie Lee Curtis, Miglior attrice non protagonista – Stephanie Hsu, Miglior attore non protagonista – Ke Huy Quan, Miglior montaggio, Migliori costumi, Migliore colonna sonora, Miglior canzone, Miglior sceneggiatura originale

 

TOP GUN: MAVERICK

Dove vederlo: a noleggio o in catalogo Paramount+

Dopo 36 anni, un secondo capitolo di Top Gun e Inco era estremamente preoccupata. Punto uno perché Top Gun, per quanto sia diventato un cult innegabile, aveva i suoi problemi. Punto due perché…36 anni. E invece.

Top Gun: Maverick riesce ad essere un film strepitoso, un film in cui l’azione è al cardiopalma e l’adrenalina ben si coniuga con le emozioni e le relazioni tra i personaggi che ricordiamo o che impareremo a conoscere. Tra l’altro molte delle scene sugli F18 sono girate davvero (Tom Cruise style).

Tom Cruise regala un’interpretazione “passionate“, piena di soddisfazione e amore per ciò che fa e noi abbiamo un piccolo debole per lui proprio per come si spende per i suoi film. Questo nuovo Top Gun è stato nel 2022 un evento da record: il film ha battuto record su record sia come miglior incasso in sala 2022 che come esordio su Paramount+: un successo enorme.

E poi, quando Tom inforca i suoi Ray-Ban e monta in sella alla sua moto, da qualche parte una Incoronata si scioglie… poi se parte anche questa canzone, ciaoneeee.

Candidature: Miglior film, Miglior montaggio, Miglior sonoro, Miglior canzone, Miglior sceneggiatura non originale, Migliori effetti speciali

 

AVATAR – LA VIA DELL’ACQUA

Dove vederlo: in sala dal 14 dicembre 2022

E se parliamo di record, eccoci, con Avatar – The way of water. Anche questo arriva a distanza di 13 anni dal primo capitolo ed anche questo sequel (2022 anno di sequel ben riusciti eh) batte record su record al box office e definisce canoni estetici, come il primo fece nel 2009.

Mentre vi scrivo, Avatar – La via dell’acqua ha quasi raggiunto i 2 miliardi al box office, cosa che molti ritenevano impossibile post pandemia. Gli effetti visivi sono strabilianti, la trama è semplice (attenzione, semplice non vuol dire brutta), come lo era quella del primo capitolo, perché il focus è tutto su Pandora, sulla scoperta di un nuovo mondo bellissimo, sulle ambientazioni, sulla fotografia e sulla magia di quello che stai guardando su schermo.

James Cameron è un innovatore, una di quelle persone che se sforna qualcosa poi detta i canoni che diventeranno gli schemi futuri per tutti gli altri da cui prendere spunto. Per quanto io non sia fan del 3D, ammetto che qui il 3D aggiunge alla meraviglia su schermo. E la lacrimuccia scende facilmente verso la fine.

Candidature: Miglior film, Miglior sonoro, Migliori effetti speciali

 

THE WHALE

Dove vederlo: in sala dal 23 febbraio 2023

Il trailer, da solo, mi ha fatta commuovere, dico solo questo. Il nuovo film di Aronofsky (Il cigno nero, Madre – tra i miei preferiti) vede un Brendan Fraser che ritorna su grande schermo con una specie di rinascita cinematografica (e non solo forse, dopo una brutta storia per una molestia subita dall’attore anni fa) in una delle sue migliori interpretazioni sembrerebbe.

Toccante e delicato, il film sembra promettere ben più che una lacrima e tantissime emozioni. A Venezia è stato tra i più applauditi e il video di Brendan in lacrime emozionatissimo ha fatto il giro del web (ed è uno dei video più belli al mondo, ve lo linkiamo qui). Così come il suo discorso emozionato e pieno di lacrime ai Critics Choice Awards in cui parla di trovare la luce quando sei in un posto molto, molto buio. Brendan ❤️

Candidature: Miglior attore protagonista – Brendan Fraser, Miglior attrice non protagonista – Hong Chau, Miglior makeup

 

TÁR

Dove vederlo: in sala dal 9 febbraio 2023

Solo guardando questo trailer si capisce come Cate Blanchett sia stata spaventosa in questo film (odore di Oscar? Chissà, chissà). L’atmosfera angosciante che traspare dalle scene che vediamo in questi pochi minuti è alienante e meravigliosa, anche in scene di esterno (il che è tutto dire).

Il film ruota attorno alla figura di Lydia Tár, una delle più grandi compositrici e direttrici d’orchestra viventi e prima donna in assoluto a dirigere un’importante orchestra tedesca, e su quanto il mondo soffocante delle orchestre classiche sia inevitabilmente collegato a giri di potere, manipolazioni, molestie e ricatti.

Candidature: Miglior film, Miglior regia, Miglior attrice protagonista – Cate Blanchett, Miglior fotografia, Miglior montaggio, Miglior sceneggiatura originale

 

ELVIS

Dove vederlo: attualmente in nessuna piattaforma, ma noleggiabile (CHILI, APPLETV)

Austin Butler ha fatto un lavoro strepitoso per quella che era un’interpretazione oggettivamente molto difficile e piena di aspettative in questa pellicola dedicata alla rockstar conosciuta anche dai sordi.

Ci aspettiamo assolutamente una candidatura come Miglior Attore, ma chissà che Brendan non riesca però a strappargli la statuetta (noi un po’ per Brendan tifiamo quest’anno eh).

Questo biopic è indubbiamente molto carino da vedere, non scontato, un bel film di intrattenimento che saprà essere soddisfacente anche per i fan più sfegatati.

Candidature: Miglior film, Miglior attore protagonista – Austin Butler, Miglior fotografia, Miglior montaggio, Miglior sonoro, Migliori costumi, Miglior makeup

 

BABYLON

Dove vederlo: in sala dal 19 gennaio 2023

La nuova fatica di Damien Chazelle (First Man, La La Land, Whiplash) torna con una colonna sonora dirompente che rimane impressa anche ore dopo la visione del film.

Come spiegare la trama di questa pellicola? Guardate un po’ il trailer qui sopra e fatemi sapere se non sembra la cosa più folle e incasinata che abbiate mai visto (e proprio per questo, manco a dirlo, ne sono affascinata).

Margot Robbie e Brad Pitt sembrano aver regalato una delle loro interpretazioni più belle e sicuramente ci troviamo davanti ad uno di quei film che divide i pareri: forse o lo si ama o lo si odia.

Candidature: Migliori costumi, Migliore colonna sonora

 

NIENTE DI NUOVO SUL FRONTE OCCIDENTALE

Dove vederlo: disponibile nel catalogo Netflix

Trasposizione del romanzo di Erich Maria Remarque, è un film toccante e straordinariamente riuscito, che ci fa vedere tutti gli orrori di una guerra dal lato umano, tra amicizie, perdite e drammi. Le maschere, il fango, la paura, i primi piani e le inquadrature e i campi lunghi contribuiscono a creare un insieme che è bellissimo e inquietante.

Candidature: Miglior film, Miglior fotografia, Miglior sonoro, Miglior makeup, Migliore colonna sonora, Miglior sceneggiatura non originale, Migliori effetti speciali

 

Ulteriori menzioni vanno a The Batman che ottiene candidature per Miglior sonoro, Miglior makeup, Migliori effetti speciali e sono veramente contentissima, nonché Black Panther: Wakanda Forever, che viene nominato in Miglior attrice non protagonista – Angela Bassett, Migliori costumi, Miglior makeup, Miglior canzone, Migliori effetti speciali.

Women Talking riceve due candidature ma molto importanti, ovvero Miglior film, Miglior sceneggiatura non originale, così come Triangle of Sadness per Miglior film, Miglior regia, Miglior sceneggiatura originale.

 

 

E voi? Avete già dei favoriti nelle nomination degli Oscar 2023? Scrivetecelo nei commenti o su Instagram e parliamone assieme!

 

Testo di Incoronata Galietti

Immagini CC0 Public Domain

Diffondi il Verbo