Sports & Fun
Centro

Polo Reale

Costituito dal Palazzo Reale e dal complesso che lo circonda, il Polo Reale comprende la Galleria Sabauda, Palazzo Chiablese, il Museo di Antichità, la Biblioteca, l’Armeria e i Giardini Reali.

L’ origine del complesso risale al 1563, quando il ducato di Savoia trasferisce la propria capitale da Chambery a Torino, sotto Emanuele Filiberto. Dopo la pace di Cateau-Cambrésis (1559) il duca stabilì la propria residenza nel Palazzo del Vescovo, presso il Duomo, installando quindi in quel punto il proprio polo di comando, a nord est della città. Già nel 1576 è documentata la sua presenza nel “palacio novo“, con affaccio a sud sulla piazza della fortezza Medievale (poi diventata Palazzo Madama).

Quello che sarebbe dunque diventato l’attuale Palazzo Reale fu dimora dei duchi di Savoia e poi dei Re di Sardegna e d’Italia fino al 1946. Durante questi secoli subì modifiche ed articolazioni sempre nuove legate ad esigenze di rappresentanza, alla vita di Corte e all’amministrazione dello Stato.
Al complesso del palazzo iniziarono ad aggiungersi nuove strutture quali i Giardini Reali, la manica Beaumont (sede dell’Armeria e Biblioteca Reale) e una galleria (oggi distrutta) che un tempo collegava il palazzo con Palazzo Madama. Un’espansione ortogonale in linea con la pianta originaria della città romana vide l’apparizione  anche della Manica degli Archivi (oggi sede dell’Archivio di Stato)e del Teatro Regio (distrutto in un incendio nel 1938 e ricostruito nel 1971 su progetto di Carlo Mollino) in uno sivluppo che si protraeva ininterrotto fino alla Cavallerizza.
Risale al regno di Carlo Alberto, nel XIX secolo, la Manica Nuova che si estende invece lungo via XX Settembre, oggi sede della Galleria Sabauda e di una sezione Museo Archeologico.

A partire dal 2014, i Musei Reali hanno riunito in un unico compendio cinque istituti prima separati per gestione e controllo: il Palazzo Reale, l’Armeria Reale, la Biblioteca Reale, la Galleria Sabauda, il Museo di Antichità, i Giardini Reali e Palazzo Chiablese. Dal 2016, il biglietto per il Polo Reale comprende anche l’accesso alla restaurata Cappella della Sindone, realizzata alle spalle dell’abside del Duomo da Guarino Guarini.

Nella manica nuova, quindi, è possibile visitare la Galleria Sabauda, sede delle preziose collezioni accumulate nel tempo dai duchi e dai principi di Savoia. Palazzo Chiablese è sede di mostre temporanee spesso sui grandi artisti dell’arte moderna mentre il Museo di Antichità ha recuperato il teatro romano un tempo locato in questa zona e ospita resti degli scavi e mostre temporanee. A Palazzo Reale è possibile vedere gli alloggi di residenza e lo splendido scalone di Juvarra. La Biblioteca Reale (il cui ingresso è gratuito) vale sempre una visita e l’Armeria, ospitata negli spazi che occupa fin dai tempi di Carlo Alberto, è una delle più collezioni ricche collezioni al mondo di armi da fuoco, armi bianche che vanno da pregevoli pezzi medievali a cimeli dell’era napoleonica, nonché le armature appartenute ai sovrani sabaudi.

Da non perdere, nelle immediate vicinanze, la piccola e meravigliosa Chiesa di S. Lorenzo (nata come cappella reale) e la caffetteria del Palazzo Reale, nelle antiche sale del Servizio Frutteria, gestita da Gerla e tutt’ora custode delle collezioni di porcellana sabaude (l’ideale per una colazione da Re!).

 

Nella stessa zona:

Il Teatro Stabile di Torino e la programmazione sempre unica e variegata Il Teatro Stabile
Bio Senso e i suoi gelati da Catania di origine biologica Se volete assaggiare una
Cinema Lux in Galleria San Federico a Torino Il cinema Lux di Torino è sicuramente
Un Litro di vino in Galleria Umberto I ti può costare pochi euro e venire
Pasta fresca da passeggio alla veneziana (ma a Torino). La filosofia di questo piccolo posticino
Diffondi il Verbo
Affarone
Allergy Friendly
Con Vista
Continuato
Dehors
Early Morning
Eccellenza Artigiana
ECO-friendly
Figurone
Fino a Tardi
Gourmet
Introvabili
Metro/Autobus
Parcheggio
Sapiente Selezione
Veg
Wifi 4 Work