HOT IN TOWN

5 posti cool per il pranzo di Pasqua

Home » 5 posti cool per il pranzo di Pasqua

Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi!
Come te lo immagini il tuo pranzo di Pasqua?


Poco fumo, molto arrosto: 

La cena coi fiocchi è una coccola dall’entree al dessert, con un menù mutevole e “fusion”, di “cucina viva”: ovvero, aperta alle contaminazioni e fatta con amore.
Tra pasta con le sarde, specialità piemontesi e intromissioni esotiche, tutti trovano qualcosa di proprio gusto, compresi celiaci, vegetariani e vegani! Il tutto a un prezzo contenuto e in un’atmosfera di serenità e accoglienza che non mancherà di farvi staccare dagli impegni quotidiani.
Parcheggio comodo e nelle vicinanze di Piazza d’Armi: perchè non farvi una passeggiata, o una pennica, al parco, subito dopo?


Informale e allegro, insieme a nonni, cani e bambini:

La Rotonda dei Facchinetti è un po’ fuori dal centro, ma vale la strada, e il parcheggio si trova facilmente. Il posto è grande e luminoso, i gestori simpatici e attenti. Cucina sofisticata pur restando informale, pietanze originali e – cosa insolita ma intelligente, per chi mangia poco e non vuole sprecare – con la possibilità di prendere solo mezza porzione di piatti che sono sempre molto abbondanti: pagandoli la metà, ovviamente! Adatto a bambini, persone anziane o disabili e anche a coloro che hanno animali!


Seduto all’aperto, pur rimanendo in città:

 

Il Ratatui, in via S.Rocchetto 34, ha un bel cortiletto pergolato per mangiare fuori (oltre che dentro). Il menù prevede piatti ricchi e originali senza essere stravaganti, con consistente presenza di specialità regionali; ampia scelta anche per i vegetariani. Consigliato l’antipasto misto con molti assaggini di antipasti diversi (a prezzo poco più alto di un antipasto normale) e il fantastico assaggio di dolci con una serie di porzioni mini di diverso tipo. Cibo ottimo, proprietaria carina e simpatica che si ricorda sempre dei clienti che ritornano ed è incredibilmente affabile con le persone anziane.
Accessibile ai disabili (ma un pochino scomodo per la zona pedonale ciottolata circostante).


Bucolico, lauto, all-you can eat:

Stai cercando la Premiata Osteria dell’Hermada.
Menù a prezzo fisso che si caratterizza in primis per l’immenso buffet di antipasti pieno di cosine molto buone dal quale si può prendere fino allo sfinimento (e dopo, ogni volta, si piangono lacrime di coccodrillo, nell’ordinare il resto del menu, perché si è già sazi). Adatto a quelli che adorano spiluccare mille assaggi diversi, a chi vuole mangiare tantissimo, ma attenzione, non a chi è a dieta, e poi si troverebbe a sottostare comunque ai prezzi minimi del menu fisso.
Ben accetti anche gli animali. Consigliatissimo per un pranzo lauto e divertente.


In un posto tranquillo, anzi, romantico:

La Limonaia è un giardino incantato dietro a un cancello anonimo ed è perfetto per trovare un’atmosfera speciale in un posto segreto. Tavoli spaiati, ambiente raffinato, grandi vetrate e un meraviglioso giardino di limoni. La cucina è piena di sorprese e il locale offre quella sospensione spazio-temporale che si trova nei luoghi più quieti. Qui sarete certi di passare un pranzo tranquillo e di classe atto a celebrare un’occasione speciale in dolce compagnia.

Qualsiasi cosa decidiate di fare, è consigliata la prenotazione.
E se ancora non vi sembra che ce ne sia, come si suol dire, per tutti i gusti, date un’occhiata alla nostra sezione ristoranti per ulteriori fonti d’ispirazione!

Buona Pasqua

Ieri c'è stata la conferenza stampa definitiva del Salone del Libro e l'attesa è davvero
Forse anche loro in cerca di qualcosa di interessante da fare...     Dove lo
Too Good To Go: quando mangiare bene a Torino aiuta anche l'ambiente   Lo sapevate
Il Salone internazionale del Libro di Torino, un nome una garanzia. Un salone in cui
Posti da lettori a Torino Torino, la casa del Salone del Libro che ogni anno
Dal 12 al 14 aprile tornerà il Torino Comics, la fiera dedicata a fumetti, giochi
Guida di sopravvivenza alla notte degli Oscar a Torino Ovvero tutto il necessario per poter
Diffondi il Verbo

About the author

Relative Posts