Press ESC to close

maggio, 2024

Questo evento si ripete

Shinhanga - Eventi collaterali

CategorieCULTURA,MOSTRE E MUSEIShinhanga - Eventi collateraliPalazzo Barolo, Via Corte d'Appello 20/C2024sab25mag All Day

Quando

All Day (Sabato)(GMT+02:00)

Dove

Palazzo Barolo

Via Corte d'Appello 20/C

Other Events

Dettagli

Shinhanga – Eventi collaterali – Palazzo Barolo a Torino

La Nuova Onda delle Stampe Giapponesi

Numerosi eventi animano la mostra Shinhanga a Palazzo Barolo, a Torino. Gli incontri sono inclusi nel biglietto della mostra del giorno corrente.

IL GIAPPONISMO DI AUBREY BEARDSLEY. «SOMETHING SUGGESTIVE OF JAPAN»?
INCONTRO COL PROFESSORE GINO SCATASTA

Il giapponismo di Aubrey Beardsley. «Something suggestive of Japan»?

Il giapponismo invase l’Europa a metà del XIX secolo, ma quando raggiunse la Gran Bretagna la sua influenza sugli artisti più giovani sembrava ormai svanita. Aubrey Beardsley ebbe una carriera rapida ma intensa, divenne famoso con i suoi scandalosi disegni per la Salome di Wilde e morì giovanissimo nel 1898. In lui il giapponismo torna a essere un’esperienza vivificante e la conoscenza delle stampe giapponesi, di cui fu anche collezionista, contribuì ad allontanarlo dal preraffaellismo delle sue prime opere e ad aprirlo alla modernità. Venite a scoprire insieme al Professore Gino Scatasta il fenomeno del giapponismo.
5 Maggio // 11:30

LE METAMORFOSI DEL PRINCIPE SPLENDENTE
INCONTRO CON GIORGIO AMITRANO INCONTRO NEL CIRCUITO SALTO OFF 2024
L’incontro è dedicato al Genji monogatari (La storia di Genji), capolavoro risalente agli inizi dell’XI sec., e alle sue declinazioni contemporanee in una sorprendente varietà di adattamenti teatrali e cinematografici, e versioni manga e anime.

L’incontro è coordinato da Giorgio Amitrano è professore ordinario di Lingua e letteratura giapponese all’Università di Napoli “L’Orientale”.

Il professor Amitrano è il traduttore ufficiale in Italia di autori celebri come Kawabata Yasunari, Mishima Yukio, Miyazawa Kenji, Murakami Haruki e Yoshimoto Banana.

Fra i riconoscimenti ottenuti, il Noma Translation Award 2001, il Premio Grinzane-Cavour 2008, il Premio Giovanni, Emma e Luis Enriques 2018 e, nel 2020, l’onorificenza del governo giapponese “Ordine del Sol Levante, Raggi in oro con nastro”.

Dal 2013 è stato per quattro anni direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo.

È autore di una monografia su Kawabata, pubblicata in Giappone nel 2007, e del volume Iroiro. Il Giappone tra pop e sublime (2018), Premio Umberto Agnelli 2020.

La persona giusta per conoscere insieme la storia del Principe Splendente.

Evento nel circuito OFF del SalTO 2024.
11 Maggio // Ore 17:30

MOYOCO ANNO E L’EREDITÀ DEL BIJINGA
INCONTRO CON LA PROFESSORESSA ANNA SPECCHIO
Con il termine bijinga ci si riferisce alle rappresentazioni di belle fanciulle nell’arte giapponese.

Sebbene sia usato in particolare riferimento alle xilografie di epoca moderna, indica  in senso più ampio tutti i ritratti di belle donne.

Oggi, il manga, veicola tali raffigurazioni grazie ad artiste e artisti che raffigurano belle donne in chiave pop. Moyoco Anno, mangaka e artista di fama internazionale, nota in Italia per titoli come Sakuran, Memorie di un gentiluomo, Buffalo 5 Girls o Questo non è il mio corpo, è una di loro.

In questa presentazione discuteremo delle rappresentazioni femminili all’interno dei suoi manga e delle sue pitture, nonché delle tematiche che tocca nelle sue opere.
25 maggio // 11:30

SADAYAKKO A TORINO E LA SCOPERTA DEL TEATRO GIAPPONESE
INCONTRO CON L’AUTRICE CARMEN COVITO
Nell’aprile del 1902 al pubblico italiano fu presentato per la prima volta uno spettacolo di teatro giapponese.

Sadayakko, un’ex geisha diventata attrice che era stata esaltata dai giornalisti europei come “la Duse del Giappone”, suscitò grande curiosità, scatenò polemiche tra i critici e fu ammirata per il suo esotismo.

Molti credettero di vedere animarsi davanti ai propri occhi le scene delle stampe, dei ventagli e degli altri oggetti d’arte che avevano nutrito la moda del giapponismo, soffusa di un delizioso rimpianto per un mondo che stava scomparendo.

In realtà, la carriera successiva di Sadayakko in Giappone ci rivela che fu un’innovatrice, protagonista e pioniera dell’affermazione delle donne sui palcoscenici tradizionalmente riservati agli uomini.

Oggi possiamo vederla come una figura emblematica della transizione dallo spirito di ricerca dell’epoca Meiji alla modernità dell’epoca Taishō con la sua effervescenza culturale. Un incontro per conoscere insieme “la Duse del Giappone” insieme all’autrice Carmen Covito.
9 Giugno // 17:30

L’ORIGINE DEL MANGA IN UN GIAPPONE SOSPESO TRA TRADIZIONE E MODERNITÀ
INCONTRO CON FABIO VALERIO, REDATTORE CAPO DI MONDO JAPAN
Un incontro, per scoprire e capire, un mondo esotico pieno di bellezza e armonia che ha saputo trasportare tutto questo sulla carta a forma di fumetto.
Un Universo a volte contraddittorio ma ricco di arte e cultura.

Una storia che inizia da Hokusai, per evolversi in una diversificazione stilistica-estetica senza eguali, per passare al Maestro Osamu Tezuka che ha messo le basi per il Manga moderno, arrivando in questo nuovo Millennio la cui forma artistica è diventata parte del progetto Internazionale Japan Cool.

L’incontro coordinato da Fabio Valerio vi porterà a conoscenza di alcuni Mangaka che hanno saputo portare il manga, ad essere una delle letture di maggior successo nel Mondo, da Go Nagai a Leiji Matsumoto, da Eiichiro Oda a Rumiko Takahashi…in un contesto in cui il folklore secolare si mixa con la iper-tecnologia.

Per giungere in Italia con l’evoluzione del manga dagli anni 80 ad oggi, tra successi, critiche e nuove forme sociali.
15 Giugno // Ore 17:30

Shinhanga - Eventi collaterali - Palazzo Barolo a Torino

Per visionare tutte le date vi suggeriamo di consultare la biglietteria online.

Altre occasioni:

9giugno 15giugno

Get Directions

Se vedi ogni tanto qualche strano abracadabra, pagine che si spostano o scompaiono e 404 è perché stiamo sperimentando alcune magie... qui spieghiamo cosa stiamo combinando e la nuova veste grafica!

Giuriamo solennemente di non avere buone intenzioni.