Press ESC to close

aprile, 2024

L'arte di rendersi infelici

CategorieSPETTACOLO,TEATRO E DANZAL'arte di rendersi infeliciTeatro Gobetti, Via Gioachino Rossini 8 Torino2024mar02apr All Daydom07

Quando

aprile 2 (Martedì) - 7 (Domenica)

Dove

Teatro Gobetti

Via Gioachino Rossini 8 Torino

Dettagli

L’arte di rendersi infelici – Teatro Gobetti Torino

Teatro Stabile

2 – 7 APR 2024

Domenico Castaldo lavora da tempo sulle potenzialità creative degli esseri umani e vede il teatro come uno strumento rigenerativo e potenzialmente rivoluzionario del mondo contemporaneo: una forma di disciplina fisica, mentale e spirituale, che sviluppa la comunicazione col sé, con il nostro prossimo e con quanto ci circonda. In questo nuovo spettacolo prende possesso e rielabora le parole di un celebre saggio dello psicologo Paul Watzlawick, che descrive l’insensatezza di alcuni pensieri e comportamenti tossici della nostra società, tanto frequenti quanto inutilmente autodistruttivi, e costruisce qui uno specchio ironico che tra il divertimento e il disagio di riconoscersi, ci aiuta a scoprire come come renderci felicemente infelici.

liberamente tratto da Istruzioni per rendersi infelici di Paul Watzlawick
con gli attori del LabPerm Lucrezia Bodinizzo, Domenico Castaldo, Ginevra Giachetti, Marta Laneri, Marta Maltese, Zi Long Ying
luci Davide Rigodanza
suono Massimiliano Bressan
scene, musiche e costumi LabPerm
LabPerm di Domenico Castaldo
Compagni di Viaggio

L'arte di rendersi infelici - Teatro Gobetti Torino

Lo spazio del tempo” è la nuova stagione di spettacoli teatrali 2023/2024 del Teatro Stabile di Torino, che vede spettacoli diffusi su più palcoscenici (ovvero al Teatro Carignano, al Teatro Gobetti e alle Fonderie Limone).

Qui puoi scoprire il programma cartaceo della stagione.

 

Vuoi scoprire gli eventi a Torino mese per mese? Prova qui sotto:

Se vedi ogni tanto qualche strano abracadabra, pagine che si spostano o scompaiono e 404 è perché stiamo sperimentando alcune magie... qui spieghiamo cosa stiamo combinando e la nuova veste grafica!

Giuriamo solennemente di non avere buone intenzioni.