giugno, 2017

07giu21:3023:00Koan TrioSerata al Jazz ClubJazz Club TorinoCategorie:DAL VIVO,LOCALIExtra:GRATIS

Espandi

Dettagli

**********Possibilità, come sempre, di prenotare per il DINNER IN JAZZ (tavolo per cena e spettacolo) lasciando un messaggio allo 011882939 o sul form apposito del sito internet www.jazzclub.torino.it**********

Pianoforte: MARK PRIORE

Contrabbasso: BENOIT QUENTIN

Batteria: MANFREDI CROCIVERA

Un koan è una affermazione paradossale o una domanda che non viene compresa direttamente dall’intelletto, ma assorbita dallo spirito attraverso tecniche di meditazione. Spesso i monaci zen lavorano con il loro “koan” per tutta la vita, trovando in questa

disciplina un metodo per scoprire il loro “io” più profondo. Il significato di questa pratica ha ispirato Il processo di apprendimento musicale del batterista Manfredi Crocivera, che dopo anni passati a vivere e studiare tra Lione e Parigi ha deciso di riunire quei musicisti che avevano lo stesso sentimento di ricerca e dedizione per la musica. Da questo momento in poi, hanno deciso di comporre musica insieme, senza rinchiudersi dietro a etichette musicali. La loro musica non cerca di categorizzarsi ma lascia parlare le esperienze di ognuno di loro, in un intreccio di note e ritmi che hanno come matrice comune la ricerca attenta di un suono che renda unico il trio.

MARK PRIORE. Giovanissimo talento francese, un vero virtuoso del pianoforte, ha già partecipato a numerosi jazz festival vincendo premi come quello del Doua Jazz Festival con il suo quintetto “Mark Priore and the peaceful explorer” e quello del festival Jazz on Baikal, classificandosi primo come miglior giovane talento jazz. Da quest’anno è entrato nel prestigioso CNSM di Parigi.

BENOIT QUENTIN. Contrabbassista, è un altro giovane musicista francese dal suono pieno e maturo. Si può sentire in lui una ricerca del suono mai banale, influenzato non solo da artisti jazz, ma da gruppi rock come i Sigur Ros e i Radiohead. È anche lui un allievo del CNSM di Parigi.

MANFREDI CROCIVERA. Apporta vivacità e freschezza al sound, ricordando particolarmente le ritmiche di batteristi dell’avanguardia newyorkese come Mark Guiliana e Jeff Ballard, con la quale ha avuto la fortuna di studiare. Dopo l’esperienza triennale in Francia, è da poco arrivato a Torino, dove sta cominciando ad affermarsi nella scena piemontese.

Quando

(Mercoledì) 21:30 - 23:00

Dove

Jazz Club Torino

Via S.Francesco Da Paola ang. Via Giolitti, 10123 Torino