febbraio, 2020

28feb18:30Inna Shevchenko presenta "Eroiche"la leader delle Femen decide di rendere omaggio a tutte le donne che l’hanno ispirataLibreria Il Ponte sulla DoraCategorie:CULTURA,LIBRI,MEETING E CONFERENZEExtra:Campus Einaudi,GRATIS

Espandi

Dettagli

Inna Shevchenko presenta “Eroiche” al Ponte sulla Dora di Torino

Venerdì 28 febbraio alle 18:30 presso la Libreria Il Ponte sulla Dora di Torino Inna Shevchenko presenta “Eroiche”.
Dialoga con l’autrice Paola Cereda

Dopo dieci anni di attivismo politico la leader delle Femen decide di rendere omaggio a tutte le donne che l’hanno ispirata, alle sue eroine.

Inna Shevchenko ha un destino fuori dal comune. Nata in una famiglia della classe media ucraina, è, a soli 28 anni, la leader del movimento internazionale Femen. Dopo dieci anni di attivismo femminista, ha deciso di rendere omaggio a quelle donne che l’hanno aiutata a demolire le imposizioni della società patriarcale. In Eroiche, racconta i personaggi che l’hanno portata a questa liberazione. Alcune, come Sailor Moon o Maria Botchkareva, le hanno fatto capire la forza delle donne. Altre, come Eva, l’hanno spinta a rifiutare la morale religiosa sessista e a mordere il frutto della conoscenza. Inès Arman, Nellie Bly e altre, giornaliste, ingegnere o politiche, le hanno dimostrato che le donne hanno gli stessi talenti degli uomini e meritano di far sentire la loro voce. Con questi frammenti personali e impegnati, Inna Shevchenko ci accompagna sulle tracce dei modelli femminili che le hanno permesso di costruire le sue idee e ci coinvolge nella rivoluzione delle donne.

Inna Shevchenko è attivista politica per i diritti delle donne. Sequestrata e minacciata dal KGB bielorusso nel 2011, ha ottenuto asilo politico in Francia dopo essere stata perseguitata anche in Ucraina. Laureata in Giornalismo e Diritti umani, partecipa a conferenze e scrive per la stampa internazionale. Ha partecipato alla stesura del “Manifeste Femen” (Utopia, 2015) e “Rébellion” (Éditions des femmes, 2017). È inoltre autrice, insieme a Pauline Hillier, di “Anatomie de l’oppression” (Seuil, 2017). Ha vinto il Prix de la Laïcité a novembre del 2017, a Parigi.

Il Ponte sulla Dora – Grande attenzione e vasta scelta in una bellissima libreria a Torino

Forse non è centralissima, è vero, ma l’ambiente è accogliente e rilassante ed il quartiere pullula di nuovi locali e nuova vita, per un pomeriggio di scoperta per ben più di una ragione. La cosa che contraddistingue la libreria è sicuramente l’attenzione per la scelta, vasta ed ampia e molto attenta, soprattutto per le case editrici più indipendenti e gli autori più di nicchia, con i quali spesso e volentieri organizza eventi letterari….

Quando

(Venerdì) 18:30

Dove

Libreria Il Ponte sulla Dora

Via Pisa 46 10153 Torino