gennaio, 2017

24gen10:0024feb18:00EXODOSRotte migratorie, storie di persone, arrivi, inclusionePalazzo della Regione

Espandi

Dettagli

La chiamano “crisi dei migranti”. O il “dramma dei profughi”. Con il perdurare della guerra civile in Siria, milioni di persone sono state costrette a lasciare la propria città, la propria casa, la propria famiglia, la propria vita per
scappare dalla morte. E quei milioni di persone in fuga bussano alle porte dell’Europa.

L’obiettivo del progetto è quello di fornire un punto di vista sulla crisi dei migranti, un punto di vista sfaccettato e multiforme, tanti sono gli autori impegnati in questo reportage collettivo; raccontare il «volto umano» della crisi dei migranti partendo dalle persone, dagli sguardi, dalle storie; valorizzare quanto costruito in questi anni dai nostri territori sul tema dell’accoglienza e dell’integrazione.
Le foto e i video sono stati realizzati tra il 2014 e il 2016 in alcuni dei momenti e dei luoghi più drammatici dell’emergenza profughi, come le isole di Lesbo e Kos, la frontiera di Idomeni, la giungla di Calais, ma anche i Balzi Rossi vicino a Ventimiglia o il mare al largo di Lampedusa.
L’esposizione propone le immagini e i video realizzati da dieci fotoreporter e due videomaker indipendenti torinesi. Le immagini sono di Marco Alpozzi, Mauro Donato, Max Ferrero, Mirko Isaia, Giulio Lapone, Matteo Montaldo, Giorgio Perottino, Andreja Restek, Paolo Siccardi e Stefano Stranges, mentre i video sono di Stefano Bertolino e
Cosimo Caridi.

La mostra è stata realizzata dall’associazione Allievi del Master in Giornalismo Giorgio Bocca e dalla Regione Piemonte e affronta il tema osservandolo da tre diversi punti di vista: quello dell’esperienza e della narrazione internazionale, quello dell’esperienza del sistema di accoglienza e quello degli strumenti di inclusione della Regione Piemonte.

Quando

Gennaio 24 (Martedì) 10:00 - Febbraio 24 (Venerdì) 18:00 CET

Dove

Palazzo della Regione

Piazza Castello, 165