In una piccola cittadina viene istituito un campo nomadi. La reazione della popolazione è immediata: un presidio permanente chiede alle autorità di spostare i rom da qualche altra parte, qualunque purché lontana. Debora Benincasa e Marco Gottardello riflettono in scena sul nuovo razzismo, che si annida nelle proposte identitarie e nazionaliste con la stessa violenza di quando parlava di razze inferiori.